Il 29 agosto 2010, Walter era a Sestola a tenere un corso di aggiornamento per allenatori e dirigenti della Scuola di Pallavolo Anderlini, con la certezza che solo da grandi uomini possano uscire grandi insegnamenti. Pochi giorni dopo, il 6 settembre, sarebbe partito per il Nepal.

Eri venuto per insegnarci a volare e ti assicuro, come già ebbi occasione di dirti, che ci hai fatto volare veramente, sognare ed emozionare. Ti abbiamo tutti e subito voluto bene, ci hai regalato il cuore, tra le tante cose, ci hai detto che la morte fa parte della vita, non ne avevi paura, consapevole che è la compagna di viaggio di tutti noi e che è lei a decidere quando il viaggio finisce.
Questo è quello che hai scritto sul tuo blog e ci hai ripetuto a Sestola.
“La montagna è qualcosa di speciale per me, è una grande maestra di vita, mi ricorda i limiti di essere umano, mi da grandi emozioni e la forza di affrontare la vita di ogni giorno con passione e serenità. E’ la fonte dei miei sogni, delle mie aspirazioni, delle grandi sfide con me stesso, a volte vinte a volte perse, ma che mi fanno sentire sempre vivo e pronto a ricominciare.” 

Walter NonesTi osservavo mentre parlavi e raccontavi l’amore per la montagna metafora della vita, eri “vero” e sei entrato nei cuori di tutti noi. Osservavo lo sguardo pieno d’amore nei tuoi confronti di Manuela tua splendida compagna di vita, tu spiegavi e lei annuiva,osservavo gli occhi attenti, lucidi e coperti da un velo di emozione di tutti i presenti, non esagero se dico che l’emozione che ci hai regalato, per non pochi di noi, si è trasformata in lacrima.
Ci hai fatto riflettere, pensare, diventare più grandi e il tuo insegnamento sarà sempre dentro di noi. 

In ogni successo della Scuola di Pallavolo Anderlini ci sarà una parte di te, quella che nessuna montagna potrà mai portarci via!

Ciao Walter, maestro di vita e grande uomo speciale, dovevamo incontrarci al tuo rientro dal Nepal, ma la montagna ti ha voluto tutto per sé. 
Un abbraccio a Manuela e, come li chiamavi tu, ai tuoi monelli Patrik ed Erik.

Giobbe
(Rodolfo Giovenzana)

 

Walter Nones era nato a Cavalese (TN) il 05.11.1971, Guida Alpina ed Istruttore Scelto Militare di Alpinismo e Istruttore di sci presso il Centro Carabinieri Addestramento Alpino di Selva di Val Gardena in provincia di Bolzano.

Cresciuto a Sover, piccolo paesino della Val di Cembra in provincia di Trento ai piedi della Catena del Lagorai dove i genitori lo portavano spesso a camminare.

Ha amato la montagna fin da piccolo. All’età di 14 anni ha iniziato a scalare sulle Dolomiti per scoprire cosa si vedeva da lassù.

Ancora oggi andava in montagna con lo stesso spirito e con le stesse emozioni di quando era bambino.

Diceva: “Non mi interessa la corsa agli 8000 anche se in alta quota mi trovo a mio agio. Le spedizioni le amo perché mi danno la possibilità di visitare luoghi nuovi a volte inesplorati e persone con culture diverse, grazie a loro ho imparato ad apprezzare molte cose che prima ritenevo banali.”