Sarà ancora una volta lui il posto due della Moma Anderlini, la punta di diamante del sestetto modenese che si appresta ad affrontare per il quarto anno il campionato nazionale di Serie B. Stiamo parlando di Marcello Andreoli, classe 1998, un giocatore firmato Scuola di Pallavolo, che quindici anni fa ha iniziato a muovere i suoi primi passi nel mondo del volley partendo proprio dai corsi di avviamento della S. di P.

“Sono in Anderlini dai tempi di Pallandia – racconta Marcello – In famiglia sono tutti pallavolisti perciò ero abbastanza indirizzato su quella strada. Fortunatamente però non ho mai avuto pressione da parte loro, tant’è che nel mentre ho provato anche altri sport, ma nessuno mi ha preso come la pallavolo”.

Un percorso il suo da esempio per tutti i ragazzi della Scuola di Pallavolo Anderlini e non solo, fatto di successi, di sconfitte ma soprattutto di duro lavoro e crescita passo dopo passo. “I ricordi che mi porto dentro di tutto il percorso giovanile sono davvero tanti: i tornei, le varie edizioni della Winter Cup e le Finali Nazionali. Sono tutte esperienze irripetibili che non scorderò mai! – e aggiunge – Non che siano andate sempre bene, anzi spesso andavano male, ma davano lezioni importanti e stimoli per lavorare ancora più di prima. Ripensando a quegli anni un ringraziamento in particolare va fatto ad Alberto Di Mattia che mi ha aiutato a credere in me stesso quando giocavo nei gruppi B, a Giovanni Gazzola per la fiducia che mi ha dato promuovendomi nei gruppi A e Marco Barozzi per aver completato il lavoro degli altri due alla fine del percorso giovanile”.

Tornando al presente: “Dalla prossima stagione non so bene cosa aspettarmi, l’unica cosa che so è che non vedo l’ora di poter tornare a giocare dopo questi cinque mesi di stop forzato. Saremo una squadra molto diversa rispetto allo scorso anno, il progetto è simile a quello che era stato fatto al mio primo anno di Serie B. Avremo infatti con noi molti giovani ai quali è stata data questa grande opportunità, proprio come è stata data a me tre anni fa. In quell’anno trovarmi di fianco a giocatori esperti è stato per me di grande aiuto e sono certo che la prossima stagione sarà lo stesso per i nuovi innesti. L’obiettivo sarà ancora una volta quello di lavorare al massimo per portare a casa ad ogni giornata il miglior risultato possibile!”.

A Marcello e a tutti i giocatori della Moma Anderlini un grosso in bocca al lupo da parte di tutta la famiglia S. di P.