Anche se nascosto dalla mascherina, il suo sorriso contagioso accoglie tutti quelli che passano dalla nostra segreteria. Conosciamo meglio Elisabetta Dondi.

Di cosa ti occupi nella vita?

Dopo avere conseguito il diploma di Ragioniere e Perito Commerciale ho lavorato come impiegata commerciale/amministrativa per oltre trent’anni per poi avviare la mia collaborazione la S. di P.

Che ruolo/i ricopri all’interno della Scuola di Pallavolo?

Mi occupo della segreteria al Palanderlini.

Da quanto tempo fai parte di questa grande società?

Da un anno e un mese come Staff, prima come genitore di atleta da almeno 17 anni.

Come sei entrato a farne parte?

Ero alla ricerca di una nuova occupazione e si è presentata l’opportunità di far parte della segreteria… ed eccomi qui.

Cosa ami di questo mondo?

Amo il rapporto che si instaura tra le persone e vedere crescere i ragazzi con lo sport.

Qual è il ricordo più bello che hai degli anni vissuti in Scuola di Pallavolo?

La mia prima Winter Cup vissuta come Staff, mentre come genitore i primi passi a Pallandia con la mitica “Tata Simo”.

Cosa ti porti dietro della pallavolo nella tua vita quotidiana? 

… le maglie e le ginocchiere da lavare… no dai scherzo! Secondo me è uno sport davvero coinvolgente, sia per chi lo pratica che per chi lo segue.

Cosa ti sta insegnando la condizione attuale? 

Che bisogna tenere duro, adattarsi senza arrendersi e prima o poi le cose andranno meglio!