E’ andato in archivio il quarto meeting internazionale di DONA, il progetto Erasmus+ co-finanziato dall’Unione Europea, che si è svolto proprio a Modena lunedì 13 e martedì 14 gennaio, al quale hanno partecipato i 13 attori del team internazionale.

Il progetto è condotto da Associacio Esportiva Vallbona (Spagna) e viene portato avanti in collaborazione con Malta Phoenix Volleyball, De Sportmaatschappij Foundation (Olanda), University of Ljubljana (Slovenia), European Partner As Students Dual Carreer Network (Malta), Volleyball Marseille (Francia) e Scuola di Pallavolo Anderlini. L’obiettivo del progetto è sviluppare una metodologia mirata a sviluppare le carriere delle giovani donne atlete, da un punto di vista psicologico, educativo, sportivo e professionale. Lo studio sarà condotto su una base 250 di giovani atlete di età compresa tra i 12 e 20 anni provenienti da quattro diversi paesi europei, Italia, Malta, Olanda e Francia, coadiuvate da Spagna e Slovenia.

In occasione del meeting si è discusso dei progressi fatti fino ad ora, grazie alle presentazioni sull’avanzamento dei lavori portate da ogni organizzazione. L’Università di Lubiana ha poi presentato il programma di attività necessarie al monitoraggio dell’andamento del progetto, mentre EAS ha presentato le attività di comunicazione e divulgazione del progetto DONA.
L’incontro è stata l’occasione anche per incontrare i partner del progetto parallelo sui temi delle carriere duali condotto dal Comune di Modena, SCORES, con i quali si è condiviso un evento pubblico di presentazione dei due progetti, per chiudersi una cena tipica nel centro storico di Modena.

Il prossimo meeting è previsto il 4 e 5 giugno 2020 a Malta.

La Scuola di Pallavolo Anderlini desidera ringraziare tutti i partner per la disponibilità e la collaborazione, il CONI e la FIPAV Modena per aver messo a disposizione i propri spazi e Modena Volley per averci aperto le porte del PalaPanini per una visita guidata all’interno della storia della pallavolo modenese e italiana.