Si è tenuto ieri domenica 10 marzo il tradizionale torneo di carnevale Volley in Maschera, che ha riunito al PalaPanini quasi 400 piccoli atleti del minivolley provenienti da Modena e dall’Italia. L’evento, nato per il primo anno dalla collaborazione tra Fipav Modena e Scuola di Pallavolo Anderlini, ha costituito la terza tappa modenese del circuito Volley S3 Green, dopo quelle già andate in scena al Palanderlini e a Mirandola nei mesi scorsi.

86 squadre, disposte su 18 cambi di gara, per un totale di quasi 400 atleti, si sono sfidate nei dieci turni di gara che si sono susseguiti nel tempio del volley, a ritmo di musica, grazie al partner dell’evento, Radio Pico. Sono, infatti, giunte al PalaPanini delegazioni da tutta la provincia di Modena e anche dall’Italia: CSD Jacques Maritain, Univolley Carpi, Mondial Carpi, Polisportiva Campogalliano, GS Vignola, Pallavolo Cavezzo, Pallavolo San Prospero, Polisportiva Gino Nasi, Polisportiva Nonantola, Polisportiva Maranello, Polisportiva Possidiese, San Damaso, US Taccini, Volley Stadium Mirandola, Volley Zocca, oltre che i padroni di casa di Scuola di Pallavolo Anderlini e Scuola di Pallavolo Serramazzoni. Si sono uniti alla grande festa alcune società appartenenti all’Anderlini Network, Dinamo Bellaria, Sangiorgese Mantova e Ospedalieri Pisa.

La festa è stata l’occasione per dare l’ultimo saluto al Carnevale. Squadre e istruttori hanno onorato il tema dell’edizione 2019 del Volley In Maschera, Arti e Mestieri, portando in vita un teatro di professioni: imbianchini, medici, poliziotti, cowboy, ballerine, chef, giocatori e rockstar.

Dopo il consueto ballo di gruppo, è stata la volta delle attesissime premiazioni alle maschere più belle. Ecco i vincitori: miglior costume femminile a Giorgia, pittrice (Polisportiva San Damaso); miglior costume maschile a Riccardo, rockstar (S.di P. Anderlini Casa Famiglia); miglior costume di gruppo per istruttori a Paola, Ilaria e Nico, chef accompagnato da uova e bacon (S.di P. Serramazzoni). Infine, i premi ai gruppi: vincitori per il costume di gruppo più bello sono stati i ragazzi di Dinamo Bellaria per la grande squadra di imbianchini; mentre il premio al gruppo proveniente più da lontano è andato a Ospedalieri Pisa, ospedalieri di nome e di fatto, per aver rappresentato un gruppo di chirurghi con paziente al seguito.

A chiudere questo bellissimo pomeriggio non poteva mancare una deliziosa merenda offerta da Parmareggio, partner dell’evento, che ha omaggiato tutti i partecipanti con il suo ABC. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un piccolo ricordo della manifestazione: una tshirt, insieme ad alcuni gadget offerti da Fipav Modena.

Il Volley in Maschera, come ogni anno, esce anche dai confini modenesi, coinvolgendo le Società dell’Anderlini Network che, presso le proprie sedi sparse lungo tutto lo stivale, hanno organizzato la festa per unire oltre 2000 partecipanti in un unico ideale saluto al Carnevale 2019.

Un sentito ringraziamento al Comune di Modena, rappresentato da Giulio Guerzoni, per aver concesso il patrocinio all’evento e messo a disposizione il bellissimo PalaPanini; i partner ufficiali della manifestazione Avis Provinciale di Modena, Parmareggio e Radio Pico, media partner. Inoltre, grazie a Fipav Modena e a Scuola di Pallavolo Anderlini, oltre che a tutto lo staff, le famiglie e gli atleti che hanno contribuito a trasformare il Volley In Maschera 2019 in una vera festa della pallavolo.