La Scuola di Pallavolo Anderlini in serie C femminile esce vittoriosa dal derby contro la Liu Jo Nordmeccanica. Un successo fuori casa sudato, all’insegna di un’incredibile rimonta che dal 2-0 ha portato le ragazze di Roberta Maioli a vincere al quinto set. Forti del ricordo della vittoria in Under 18, le giovani della Scuola di Pallavolo hanno aperto le danze mettendo in campo la loro migliore pallavolo, macinando punti su punti grazie anche a un’Alice Bellini scatenata in battuta. Su quello che sembrava il finire del set, con un vantaggio notevole 14-21, è arrivato però un black out per l’Anderlini. La Liu Jo ne ha approfittato per recuperare e riallacciare il punteggio. Un testa a testa infinito ha visto proprio le avversarie vincere il set 30-28. Un duro colpo per la Scuola di Pallavolo, che al parziale perso si è aggiunto l’infortunio della Bellini. Uno sconforto che si è riversato nel secondo set, perso 16-25 e giocato con la testa ferma ai perché e ai per come del primo. Ma proprio quando la situazione sembrava tendere al nero, le rossoblù sono rinate dalle ceneri. “Nel terzo set siamo partite alla grande, – commenta l’allenatrice Roberta Maioli – devo sottolineare veramente una reazione di forza, di orgoglio e di squadra delle ragazze, perché hanno messo in campo tutte loro stesse senza risparmiarsi”. Una reazione che le ha fatte rimanere in partita grazie alla vittoria del parziale 16-25. L’inizio della rimonta: le rossoblù hanno strappato anche il quarto set 18-25 e sono arrivate al tie break sulla scia di una carica che le ha portate a vincere 10-15. 2-3 il risultato finale, 2 punti che valgono mille. “I derby sono partite sempre molto sentite. – aggiunge una Maioli entusiasta – Le ragazze non si sono risparmiate e anche la fine del quarto e il tie break sono stati giocati alla grande davvero, con una Petruzziello con percentuali di altra categoria”.

Un sabato non altrettanto felice, purtroppo, per la squadra maschile allenata da Alberto Di Mattia, che nella trasferta nel palazzetto Carisport contro Volley Club Cesena ha trovato una sconfitta 3-1. Una partita difficile, ma che i ragazzi stavano affrontando nel modo giusto, prima che sopraggiungesse l’ennesimo infortunio: “La sfortuna ci vede molto bene – riferisce Di Mattia – e nel primo set in un momento di estrema parità, con un doppio cambio approntato e pronto a entrare, il palleggiatore ha preso una pallonata in un occhio e ho dovuto cambiare piani e da quel momento dal 18 pari è finita 25-20”. Molto male il secondo set: “Perso malissimo, 25-10, quindi assolutamente non giocato, – ancora Di Mattia – mentre la forza della disperazione e la prontezza dei ragazzi e la loro capacità di compiere una metamorfosi completa in campo ci ha permesso di vincere 25-23 il terzo”. Una splendida reazione che purtroppo non ha portato ad una rimonta come nel caso della C femminile. Il quarto set è andato al Cesena 25-17, insieme alla vittoria del match 3-1. “Peccato perché ci saremmo meritati il quinto. – conclude un Di Mattia già proiettato alle prossime gare – Ma come sempre la squadra gioca, la squadra non molla. Adesso abbiamo le partite più importanti in casa, le prossime due, che ci potrebbero addirittura lanciare in zona salvezza, che sarebbe per noi una cosa bellissima e probabilmente per alcuni inaspettata con tutto quello che ci è capitato”.