Da alcuni mesi il gruppo Under 14 maschile targato Scuola di Pallavolo Anderlini e il gruppo Under 16 del Nonantola Volley (composto anche da atleti classe 2005 e dunque in età Under 14), stanno portando avanti un progetto di collaborazione, nato in accordo tra le due Società. L’idea, promossa dai rispettivi direttori sportivi Simone Tassoni e Simona Casanova, in accordo coi direttori tecnici Cristian Bernardi e Dino Passarella, ha la finalità di creare momenti di confronto e di crescita tecnica, sia per i ragazzi che per lo stesso staff tecnico.

L’iniziativa vede la creazione di momenti di allenamento congiunto per tutti i ragazzi coinvolti, sotto la guida dei tecnici Andrea Sassi, Maurizio Forte e Stefano Fogliani, e la partecipazione ad alcune manifestazioni a carattere di torneo, con i ragazzi che si alternano in base alle convocazioni fatte dagli allenatori. Nello specifico hanno già partecipato al Torneo KVL e alla tappa del Memorial Brugnara a Bologna, mentre in programma ci sono la fase finale sempre del Memorial Brugnara, il 23-24 febbraio, e il Torneo della Liberazione che si disputerà giovedì 25 aprile.

Parteciperanno assieme anche al girone di qualificazione regionale Under 14, che mette in palio la qualificazione alla Final Four Regionale del 29 aprile, dalla quale emergeranno le prime due classificate che staccheranno il pass per le Finali Nazionali di categoria.

Simona Casanova (D.S. Nonantola): “Questa iniziativa è per noi motivo di grande orgoglio, perché dimostra che l’impegno che mettiamo ogni giorno nel lavoro con i nostri ragazzi ha successo. Nel nostro piccolo cerchiamo sempre di fare il meglio per la crescita personale degli atleti e questa collaborazione ne è la prova. Siamo molto contenti della possibilità che abbiamo potuto dare a questi ragazzi. Ringraziamo naturalmente anche la Scuola di Pallavolo Anderlini“.

Simone Tassoni (D.S. S. di P. Anderlini): “Siamo molto soddisfatti di questa nuova collaborazione con un’altra società storica del nostro territorio; spero che pian piano le varie società riusciranno ad abbattere i muri di diffidenza e collaborino sempre più tra loro perché, soprattutto nel maschile, penso che sia l’unica strada percorribile. Con Nonantola siamo partiti su due gruppi squadra per poter dare la possibilità ai ragazzi di lavorare con un livello tecnico adeguato alle proprie capacità. Stiamo già pianificando la prossima stagione, dove l’auspicio è quello di intensificare la collaborazione“.

Un’iniziativa dunque volta alla crescita tecnica dei ragazzi e dei rispettivi staff, promossa da due Società con una visione ampia e innovativa dell’esperienza.