L’Anderlini Gelatiamo torna da Mantova con un punto, dopo una difficile partita contro la Montepaschi, che ha visto i padroni di casa vincere 3-2. Una gara complicata, resa particolarmente ardua dall’assenza del palleggiatore Astolfi, infortunato dopo l’allenamento di giovedì. “Il fatto che Astolfi si sia fatto male giovedì sera, negli ultimi minuti di allenamento, non ci ha dato la possibilità di provare soluzioni differenti” commenta l’allenatore Cristian Bernardi, che ha schierato in campo la diagonale Kolev-Andreoli, Bonetti e Lodi centrali, Cassandra e Raimondi in banda e Catellani libero.
Il primo set si chiude bene per l’Anderlini Gelatiamo, che strappa ai mantovani un 20-25. Un parziale che vede i rossoblù in svantaggio nella prima parte (8-6), recuperato sul 10-10. Un errore in attacco di Mantova e l’Anderlini passa avanti 10-11; gli avversari chiedono il time out. Una pausa che Mantova rinnova sul 17-21, dopo 4 lunghezze di vantaggio cumulate dai modenesi grazie ai numerosi errori degli avversari. Ed è proprio uno sbaglio in battuta della Montepaschi che consegna il set all’Anderlini, 20-25.
Il secondo parziale vede il primo smarrimento della Gelatiamo, che si trova in svantaggio fin dai primi passaggi, ma non riesce a porvi rimedio. Il divario è di 4 punti quando Bernardi chiede il time out (12-8), distanza che al set point è di 6 unità: 24-18. Ritardato di due punti, il parziale si chiude 25-20 per i padroni di casa.
Il terzo parziale si apre all’insegna dello stendardo rossoblù: l’Anderlini dopo la parità 6-6 lascia Mantova a 8 punti e sale a 13. Il vantaggio vede un felice incremento, con Andreoli che firma il 9-16 e Bonetti che strappa il 9-17. Il divario si mantiene fino al 12-20, poi la Gelatiamo traballa. La Montepaschi inizia a recuperare e a poco vale il time out chiesto da Bernardi sul 15-20. Con un ace Mantova riallaccia 19-20 e l’Anderlini chiede di nuovo un ritorno in panchina. Raimondi riesce a creare un piccolo break sul 20-22 che i rossoblù riescono a mantenere, vincendo il set 22-25.
Un rinnovato smarrimento si ripresenta nel quarto parziale, dove l’Anderlini ha avuto molte difficoltà. Subisce fin da subito gli attacchi della Montepaschi e riesce a segnare il primo punto solo sul 6-1. La Gelatiamo non riesce a contrattaccare e si ritrova sotto di 8 punti sul 18-8. Bernardi sostituisce la diagonale Kolev-Andreoli con Sassi e Messori per far respirare i due titolari. Una serie di errore di Mantova porta l’Anderlini a riavvicinarsi 19-15, ma non riesce a rimettere insieme il gioco: lascia il set agli avversari 25-18 ed è tie break.
Tornano in campo Kolev e Andreoli e l’ultimo set si apre con un punto a punto, prima che l’Anderlini perda di nuovo l’equilibrio: gli avversari passano in vantaggio, il cambio campo giunge sull’8-5. Mantova incrementa e arriva al match point 14-7. Seguono tre errori da parte degli avversari prima che con un servizio sbagliato dell’Anderlini chiuda il match 15-10. Il risultato finale è un 3-2 per la Montepaschi Mantova, la Gelatiamo porta a casa 1 punto.
Una sconfitta nata da una cattiva sorte – commenta Bernardi – perché la preparazione che aveva fatto in settimana faceva presagire tutt’altro. Questa è stata una delle settimane più positive forse dell’intera stagione prima degli ultimi minuti di giovedì. Eravamo andati a cercare motivazioni nuove per riscattarci dalle due sconfitte precedenti, purtroppo ci ha tagliato un po’ le gambe l’infortunio ma si supera anche questo. Ricominceremo a lavorare con nuovi stimoli”.
Una cattiva sorte nata dall’infortunio di Massimiliano Astolfi, che, Bernardi aggiunge “ci ha limitato non poco oggi. Il fatto che Astolfi si sia fatto male giovedì sera, negli ultimi minuti di allenamento non ci ha dato la possibilità di provare soluzioni differenti. Chi l’ha sostituito sicuramente il suo l’ha fatto, ma come avevamo provato a giocare con Massimiliano era diverso. Di conseguenza, non per demerito di Denis, la cui prestazione è stata buona, è venuta a mancare una sintonia tra attaccanti e palleggiatore che non era stata ricercata con precisione. Una mancanza che ha segnato un po’ tutta la partita, soprattutto negli ultimi 3 set, dov’è calato drasticamente il rendimento degli attaccanti. Non ci è bastato qualche errore in più dell’avversario, soprattutto nel terzo e nel quarto set, per riuscire a rientrare. Ci prendiamo questo punto e puntiamo a lavorare su nuovi equilibri che saranno importanti”.

MONTEPASCHI MANTOVA 3
ANDERLINI GELATIAMO 2

MONTEPASCHI MANTOVA: Bertazzoni 11, Rovesta ne, Bigarelli18, Ferri Lazzaroni 7, Lorenzi 0, Shelepayuk 0, Tognazzoni 1, Baraldi 11, Giglioli 17, Libero: Trentin 0, Gola 11, Artoni 3, Nibbio 2. All. Gianantonio Guaresi, vice Matteo Rossi
ANDERLINI GELATIAMO: Kolev 2, Libero: Catellani 0, Bonetti 3, Sassi 1, Trianni ne, Cassandra 7, Borsi ne, Andreoli 19, Raimondi 11, Messori 1, Maletti 3, Bombardi 0, Cuoghi ne, Lodi 4. All. Cristian Bernardi, vice Maurizio Forte

ARBITRI: Marconi e Nava
PARZIALI: 20-25 25-20 22-25 25-18 15-10
DURATA SET: 20’ 23’ 27’ 27’ 12’
NOTE: spettatori 100
bs 8/4 ace 7/7 muri