Ha avuto luogo domenica 24 giugno al Palanderlini il terzo meeting internazionale di Funball, nel quale si sono ritrovati i partner provenienti dall’Europa e durante il quale si è discusso dei prossimi step per evolvere il progetto.

l programma, avviato ufficialmente il 1 gennaio 2018 e attivo fino al 31 dicembre 2019, ha come obiettivo primario la costruzione di programmi didattici consolidati e salutari volti alla pratica del minivolley nella fascia 6-9 anni (Building solid and healthy FUNdamentals for volleyball in early age 6-9 groups – new training FUN for volleyBALL program). In generale, il progetto è volto a promuovere attività di volontariato nello sport, insieme all’inclusione sociale, alle pari opportunità e alla consapevolezza dell’importanza dell’attività fisica che migliora la salute attraverso maggiore partecipazione e parità di accesso allo sport per tutti.

La partnership collaborativa dedicata agli eventi sportivi non-profit coinvolge sette realtà internazionali da cinque diverse nazioni europee, Croazia, Italia, Francia, Slovenia e Slovacchia. Tutti i partner hanno un forte background di implementazione e divulgazione della pallavolo, risultati tecnici e accademici. Ecco le organizzazioni coinvolte: Zagrebački Odbojkaški Savez (Croazia); HAOK Mladost di Zagabria (Croazia); L’Avignon Volley-Ball (Francia); Odbojkarski Klub Sempeter (Slovenia); VK Ekonom SPU Nitra (Slovacchia); KIF, la Facoltà di Chinesiologia di Zagabria (Croazia) e infine a rappresentare l’Italia vi è la Scuola di Pallavolo Anderlini.

Nei prossimi mesi la Scuola di Pallavolo Anderlini sarà impegnata nella stesura e nella revisione del programma didattico dedicato alla fascia di età 8-9 anni. Al lavoro sul progetto saranno Simona Torricelli, responsabile di minivolley e Pallandia; Barbara Bidinelli, Direttore Tecnico del minivolley, e Serena Marrone, esperta istruttrice che collabora con la Scuola di Pallavolo Anderlini da oltre dieci anni, già protagonista del precedente meeting ad Avignone. Il programma sarà dunque scritto a più mani, in collaborazione con la Facoltà di Chinesiologia di Zagabria, e dovrà essere pronto per l’inizio di settembre, per poi poter procedere con la fase pilota insieme ai gruppi di minivolley dei club partner del progetto Funball.

Il team di lavoro si è fermato a Modena per tutto il weekend, grazie anche alla fortunata presenza al PalaPanini della Volley Nation League, per poi ripartire lunedì, dopo aver partecipato ad alcune attività proposte al Centro Estivo Pallandia, attivo al Palanderlini già da qualche settimana. In questa occasione, gli ospiti internazionali hanno avuto la possibilità di osservare sul campo alcuni metodi di lavoro proposti dallo staff Scuola di Pallavolo sulla fascia di età target di FunBall.

Prossima tappa di Funball, a Nitra in Slovacchia nella prima settimana di settembre.