Nato e cresciuto alla Scuola di Pallavolo, Loris Mocelli, classe 1994, è pronto a un ritorno in grande stile nella famiglia Anderlini come schiacciatore della Serie B maschile. Dopo diverse stagioni passate nella Serie C della Villadoro, Mocelli è pronto a raggiungere i nuovi compagni per mettersi al servizio di coach Bicego, che raccoglierà l’eredità lasciata da Claudio Benedetti, portando avanti il progetto tecnico di senior e junior della Scuola di Pallavolo Anderlini.

Loris, che aspettative hai per la prossima stagione sportiva?
Non vedo l’ora di iniziare, la società si è data molto da fare per allestire una squadra competitiva. Sono sicuro che faremo bene e che lavoreremo duro per raggiungere il miglior risultato possibile.
Come ci si sente a entrare in una realtà consolidata come quella della Moma Anderlini, che ha una grande eredità?
Sono molto contento di entrare a far parte di questa realtà, per me in verità si tratta di un ritorno a casa considerato che questa è la società che mi ha fatto muovere i primi passi sui campi da pallavolo.
Cosa credi che ti darà questa nuova esperienza?
Sono sicuro che mi darà tanto, arrivo in una società dove troverò compagni che la categoria l’anno vinta, potrò apprendere molto da loro e cercherò di dare il mio contributo per raggiungere qualcosa di importante.
Qual è la sfida che aspetti con più ansia/trepidazione?
Sicuramente la sfida che aspetto con più ansia è quella con me stesso, non vedo l’ora di misurarmi in questa nuova realtà per vedere fin dove posso arrivare.
Che obiettivi ti dai per la prossima stagione?
Cercherò di allenarmi al meglio per poter migliore prima di tutto me stesso, ma soprattutto per dare un contributo importante alla squadra. Sono sicuro che se ci alleneremo con grinta e determinazione ci toglieremo grosse soddisfazioni.