Una giornata di serie C lunghissima per Anderlini: due partite giocate fino a tie break sia nella gara femminile che in quella maschile. Le prime perdono l’occasione di fare 2 punti, ma per i ragazzi è finalmente vittoria.

Sabato le ragazze allenate da Roberta Maioli hanno affrontato la quinta sfida del girone A, squadra avversaria: As Corlo. Maioli aveva anticipato che sarebbe stata una sfida dura, in cui le ragazze avrebbero dato il massimo e così è stato. Peccato per quel quinto set scivolato dalle mani con un 15-10, insieme alla vittoria.

L’Anderlini sabato a Corlo si fa sfuggire il primo set, perso 25-21, ma si rifà nel secondo, conquistandolo 23-25. Alla grande il terzo, vinto 19-25 dalle giovani anderliniane. Le avversarie però riemergono nel quarto: 25-20 il risultato sul tabellone, ed è tie break. La Scuola di Pallavolo non riesce a ritrovare lo sprint del secondo e del terzo set e cede 15-10. La partita, durata due ore, vede infine trionfare l’As Corlo 3-2.

Urlano alla vittoria invece i ragazzi della Scuola di Pallavolo nella quinta giornata del campionato di serie C maschile. Venerdì contro l’Invicta Modena arriva il primo successo per i giocatori di Alberto Di Mattia.

Una gara combattutissima, giocata fino al tie break non senza tensione. I ragazzi dell’Anderlini perdono il primo set 25-22, ma non si perdono d’animo. Aggressivi nel secondo set, si riportano 1-1 con un bel 18-25. Tornano in vantaggio gli avversari nel terzo parziale, firmando un 25-20. Il quarto tempo sorride di nuovo alla Scuola di Pallavolo: l’arbitro fischia la fine del set 17-25. Si arriva al tie break, il momento della verità: i ragazzi Anderlini non si perdono d’animo e soprattutto non perdono la carica. Il risultato ne è la prova: 8-15 e la vittoria, insieme a 2 punti nel campionato, portano il nome Anderlini.

«È arrivata la prima vittoria. – commenta l’allenatore Di MattiaUn successo fortemente voluto, avevamo dalla nostra molta motivazione. È stata comunque una partita difficile, anche dal punto di vista arbitrale, con molte decisioni contestate da ambo le parti». Un ulteriore elemento di difficoltà è stato dato dall’espulsione di Di Mattia stesso. «I ragazzi hanno giocato con il secondo allenatore, – spiega Alberto – ma hanno retto bene l’urto ed è andata bene. Tutti hanno fatto il loro compito, perché tutti i giocatori sono scesi in campo. Complimenti a tutti i giocatori. La squadra avversaria era alla nostra portata, ma vincere non è mai scontato. Esserci riusciti ci dà coraggio. I ragazzi si stanno formando e stanno trovando un equilibrio, quindi andiamo avanti così».