Le giovanissime atlete della Scuola di Pallavolo Anderlini sono ancora felicissime per il risultato di domenica, ottenuto al torneo Restart giocato a Imola.
Si preparano ora con rinnovata carica ad affrontare il girone B del campionato di serie D femminile. Il 14 ottobre le ragazze allenate da Davide Zaccherini andranno a Reggio Emilia per provare il loro valore sul parquet della palestra Fernando Casoli contro la Energee3 Giovolley. Oltre al campionato, altre partite impegnative saranno giocate nella sfida Under 16.
La speranza, per entrambe le avventure, è quella di ripetere la grande impresa della finale di domenica, che ha visto le giovani della Scuola di Pallavolo vincere contro la squadra di Bologna 2-1.
“Non ci aspettavamo quel risultato – confessa la banda Valentina Adani, 15 anni – perché in finale abbiamo perso il primo set di molto, 25-14. Mentalmente alcune ragazze si sono demotivate. Però dopo si è vista veramente la squadra, nel senso più profondo della parola, e siamo riuscite a conquistare gli altri due set. Non so cosa sia scattato, è difficile da spiegare, però l’unione ha giocato un ruolo fondamentale: si è creata un’unione in campo che in pochi sanno vivere. Sono sicura che questa stessa unione ci aiuterà molto anche nel campionato di serie D”.
Lo spirito di squadra che ha risollevato le sorti di una partita iniziata con il piede sbagliato è lo stesso che ora infonde fiducia per il campionato che inizierà a metà ottobre. “Non vediamo l’ora che arrivi il 14 per mettere in risalto le nostre qualità. – prosegue Adani – Tecnicamente ci stiamo preparando molto bene in attacco, in ricezione e in difesa. Penso che ci sia da aggiustare qualche cosa, però possiamo arrivare molto ben preparate alla partita. Speriamo in un bel campionato e in un buon fine stagione oltre che in un inizio motivante”.
L’allenatore, Davide Zaccherini, non fa pronostici: “Il nostro obiettivo è cercare di fare bene, poi partita dopo partita vedremo dove riusciremo ad arrivare. È un campionato che ci deve aiutare a crescere e a confrontarci con squadre più esperte e più mature di noi”.
Il gruppo che affronterà la serie D è misto e conta diverse nuove giocatrici. “Abbiamo un po’ tutte le annate: abbiamo qualche giocatrice del 2002, qualcuna del 2003 e anche una 2004. – spiega Zaccherini – Quest’anno sono arrivate due ragazze che vengono dalla Toscana, la giocatrice del 2004 viene da La Spezia, il centrale da Bologna. Siamo molto giovani e un po’ inesperte e affronteremo delle squadre molto più mature di noi. Per questo in allenamento lavoriamo molto sulla tecnica e cerchiamo di curare i fondamentali: dall’attacco, alla ricezione, alla difesa e anche nel gioco cerchiamo di trovare gli automatismi. Nonostante il molto lavoro da fare, le ragazze al torneo Reset hanno ottenuto un ottimo risultato: sono riuscite a vincere comportandosi come una squadra, erano cariche, sono partite con il piede giusto. Speriamo che portino questa carica e questa motivazione al campionato che inizia tra una settimana”.