Chiara Scacchetti, fino all’anno scorso palleggiatrice classe 1995 dell’Anderlini Unicom Starker, vestirà nella stagione appena iniziata la prestigiosa maglia della Foppapedretti Bergamo, con cui disputerà i campionati di Serie B1 e di Under 18.
Chiara, che ha mosso i primi passi in palestra nella Pallavolo Rubiera, è sbocciata pallavolisticamente nella Scuola di Pallavolo Anderlini con cui ha giocato dall’Under 13 e con cui ha conquistato 1 Titolo Nazionale Under 14, 2 argenti e 1 bronzo. Un talento enorme nel proprio ruolo e i risultati conseguiti con il suo club le hanno permesso di vestire la maglia della Nazionale giovanile con cui ha conquistato il Argento nell’Europeo Pre-juniores del 2010, manifestazione in cui è stata eletta anche Miglior Palleggiatrice della manifestazione, e una medaglia d’oro all’Eyof, le Olimpiadi giovanili europee giocate lo scorso anno in Turchia.
Con la maglia di Bergamo Chiara tenterà il salto verso il palcoscenico della Serie A e lo farà sfruttando la collaborazione che è attiva ormai da alcuni anno tra Scuola di Pallavolo e Volley Bergamo, che tra le altre cose prevede che la Foppapedretti sia la strada privilegiata per le ragazze modenesi che terminano il percorso giovanile e hanno i mezzi per poter avvicinarsi alla Serie A.

Ripercorriamo attraverso le parole di Chiara la sua esperienza con la Scuola di Pallavolo Anderlini:

“Cinque anni alla Scuola di Pallavolo hanno lasciato un segno profondo in me sia dal punto di vista pallavolistico che umano. Ogni giorno entravo in palestra con la voglia di imparare aspetti nuovi e di crescere per arrivare a giocarmi finali importanti. Di finali ne abbiamo giocate molte, non ne siamo uscite sempre come vincitrici ma ne siamo uscite sempre a testa alta!”. Poi Chiara ricorda l’ultimo anno, quello più complicato di tutta la carriera: “L’ anno più difficile è stato quello appena trascorso per la mia operazione alla schiena e proprio nei momenti di crisi ripensavo allo Scudetto vinto in under 14 con il grande coach Soattini, sicuramente il momento più bello dei miei anni con l’Anderlini, e alle altre emozioni che solo il campo da pallavolo mi regala: tutto questo mi ha dato la forza di andare avanti e combattere! Per il mio recupero devo ringraziare soprattutto il fisioterapista Andrea che ha ascoltato ogni mia lamentela e ha fatto un lavoro eccezionale per me!”

“Un ringraziamento speciale- continua Chiara- per la persona che mi conosce di più, Roberta Maioli: ho avuto la fortuna di averla come allenatrice per quattro anni e da lei ho ricevuto tantissimi: sia utili sgridate che tante parole di conforto e coraggio! La lista delle persone da ringraziare sarebbe però lunghissima e di conseguenza un grazie enorme a tutti quelli della Scuola di Pallavolo che mi sono stati vicini in questi anni e alla Scuola di Pallavolo per l’opportunità che mi ha dato“. Ora per Chiara è il momento di guardare avanti: “Adesso per me inizia un nuovo cammino, una nuova avventura dalla quale posso solo imparare e crescere e spero di raggiungere importanti traguardi!”.
Da parte della Scuola di Pallavolo Anderlini un enorme in bocca al lupo a Chiara!