Quello appena trascorso è stato un weekend di pallavolo e divertimento, in ricordo di un grande amico della Scuola di Pallavolo, con la sesta edizione della Serra Cup – Memorial “Roberto Ruscigno”, che ha radunato al Palazzetto di Serramazzoni tredici formazioni, otto femminili e cinque maschili, della categoria Under 14.

Un momento per rodare sì gli ultimi meccanismi di squadra in vista dell’imminente inizio dei campionati ufficiali, ma anche un modo per cementare i legami all’interno del gruppo squadra, in un sano contesto agonistico.

Ad aggiudicarsi la manifestazione, al termine di una due giorni intensa, con momenti di ottima pallavolo, sono state Mondial Carpi, tra le ragazze, e Pallavolo C9 Arco Riva tra i maschi. La formazione carpigiana ha legittimato il successo, ottenuto al termine di un torneo in cui non ha lasciato per strada nemmeno un set, con una finale vinta in rimonta nel primo parziale contro San Martino in Rio, e poi condotta agevolmente nel secondo. Bellissimo bronzo per le ragazze della S. di P. Anderlini di Leo Roitman, che superano Castelfranco dopo la sconfitta in semifinale ad opera di Carpi. Ottavo posto ed esperienza assolutamente positiva per le padrone di casa, guidate da Chiara Cavani.

Più combattuta le finale maschile, dove la formazione del C9 è riuscita ad avere la meglio sui ragazzi della S. di P. Anderlini di Andrea Sassi solamente al tie break, dopo un girone iniziale estremamente equilibrato. Quarto posto per i ragazzi di Serramazzoni, guidati da Danilo Patt, che si sono dovuti arrendere ad Energy Volley Parma.

Il party del sabato sera e gli stand gastronomici hanno contribuito a creare quel clima di festa che contraddistingue la Serra Cup, che per il terzo anno collabora con l’Associazione “Per Vincere Domani“, Onlus tanto vicina alla famiglia di Roberto, a cui è stato devoluto parte del ricavato.

Un ringraziamento a tutte le squadre partecipanti, per aver reso indimenticabile anche questa edizione, ed una menzione speciale a tutte le persone che hanno lavorato prima, durante e dopo la manifestazione, e senza le quali tutto questo non sarebbe stato realizzabile.